La celiachia e l’implantologia dentale

La celiachia e l’implantologia dentale trovano un punto di connessione nell’alta incidenza di edentulia, ovvero di mancanza di denti, nei soggetti celiaci.

La celiachia è una patologia di origine genetica, che provoca intolleranza al glutine contenuto nel frumento ed in molti cereali. Presenta prevalentemente disturbi a livello intestinale, ma, comportando difficoltà nell’assorbimento degli alimenti, si manifesta anche in altre parti del corpo.

All’interno del cavo orale può determinare malattie della lingua, difetti o ritardi nella strutturazione dei denti, alterazioni dello smalto dentale, ma soprattutto carie, frequente causa della perdita dei denti.

Nel paziente celiaco è possibile praticare interventi di implantologia, se l’osso si presenta resistente e non vi sono problemi di occlusione dentale.

Per poter effettuare un impianto, in caso di celiachia, va verificato, innanzitutto, che la struttura ossea originaria sia ben formata e regolare, al fine di poter sostenere adeguatamente un impianto. Se vi sono problemi di malocclusione, questi devono essere risolti attraverso un intervento di riposizionamento, prima di passare all’impianto.

Dopo l’impianto, per il paziente celiaco vengono pianificati controlli periodici delle condizioni dell’osso e dei tessuti molli.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.Required fields are marked *